Il Mentore professionista esercita in forma professionale il Mentoring come metodologia formativa basata sulla relazione non gerarchica tra un Mentore, soggetto dotato di una specifica competenza ed esperienza professionale di rilevanza e durata sufficienti a qualificarlo come esperto, ed un Mentee, soggetto che desidera essere guidato dal Mentore nel proprio percorso di crescita orientata alla realizzazione personale e professionale.

Il Mentoring è praticato in diversi contesti e con modalità differenti, che possono essere ricondotti alla seguente classificazione sintetica:

- mentoring individuale: il Mentore eroga i propri servizi nei confronti di un singolo Mentee, con il quale svolge una serie di sessioni basate sul colloquio e la condivisione, calendarizzate ed organizzate con la modalità (di persona o online) e la frequenza adeguate al perseguimento degli obiettivi concordati. L’intervento di mentoring può essere commissionato e finanziato da un soggetto terzo, detto “Sponsor”, che non interviene nella relazione di mentoring;

- mentoring di gruppo: il Mentore eroga i propri servizi nei confronti di un gruppo di Mentee, accomunati dall’appartenenza ad una medesima organizzazione, gruppo sociale e/o contesto territoriale, con i quali svolge una serie di sessioni collettive basate sul colloquio, la condivisione e lo svolgimento di attività formative di gruppo, calendarizzate ed organizzate con la modalità (di persona o online) e la frequenza adeguate al perseguimento degli obiettivi concordati. Il percorso di mentoring può essere commissionato e finanziato da un ente pubblico o privato Sponsor, anche nell’ambito di più ampi progetti a carattere sociale;

- programmi di mentoring e cross-mentoring: si propongono di identificare, nell’ambito di organizzazioni aziendali o istituzionali, i Mentori, persone contraddistinte da maturità personale e professionale, competenza, esperienza e carisma, in grado di accompagnare i Mentee, giovani talenti o persone in una fase di integrazione in ruoli e posizioni nuove, in un processo di sviluppo delle proprie conoscenze e competenze, di creazione di consapevolezza e definizione del proprio stile di leadership e di potenziamento delle abilità comunicative e relazionali. Si diffondono sempre di più anche programmi di “Reverse mentoring”, in cui il ruolo di Mentore è assunto da giovani con specifiche competenze da trasmettere a chi, più maturo, vuole aggiornare ed adeguare il proprio bagaglio di conoscenze alle esigenze attuali. Il Mentore professionista progetta e coordina le attività di selezione, formazione, abbinamento e supervisione dei Mentori e Mentee coinvolti nei programmi. Fungendo da anello di congiunzione tra Mentore e Mentee, è un osservatore attento e mai invadente del processo e responsabile della trasmissione agli attori coinvolti di tutti gli elementi e gli strumenti che servono per la buona realizzazione del programma. Qualora sia necessario, il professionista può subentrare nel ruolo di Mentore relazionandosi direttamente con i Mentee. L’azione del Mentore professionista contribuisce al buon risultato dei programmi in termini di ampliamento e trasferimento del know-how, della cultura e dei valori aziendali, diminuzione del gap generazionale, miglioramento del clima collaborativo interno e promozione della diversità come valore.

 

L’ Associazione Mentori Professionisti (AssoMentori) è stata costituita il 19 marzo 2015 per promuovere e sviluppare l’esercizio in forma professionale del mentoring. Inserita nel Registro regionale delle associazioni di prestatori di attività professionali non ordinistiche del Friuli Venezia Giulia con decreto del Presidente della Regione n. 0119 del 16 maggio 2015, ha presentato domanda di inserimento nella sezione “Associazioni che rilasciano l'attestato di qualità dei servizi” dell’Elenco delle Associazioni professionali ai sensi della Legge n.4/2013 del Ministero dello Sviluppo Economico. L’Associazione ha sedi in Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte.

 

Mission

•    Promuovere e sviluppare l’esercizio in forma professionale del mentoring come metodologia formativa basata sulla relazione non gerarchica tra un mentore, soggetto dotato di una specifica competenza ed esperienza di rilevanza e durata sufficienti a qualificarlo come esperto, ed un mentee, soggetto che desidera essere guidato dal mentore nel proprio percorso di crescita personale orientata alla realizzazione professionale;

•    Regolamentare e sviluppare la professione di mentore nella regione Friuli Venezia Giulia e nel resto del territorio nazionale al fine di garantire la qualità del servizio offerto;

•    Rappresentare il mentoring professionale all’interno di più ampie associazioni italiane ed europee in accordo con la normativa italiana e le Direttive comunitarie riguardanti il raggiungimento degli standard comuni in tema di riconoscimento;

•    Garantire il corretto esercizio della professione da parte dei Soci anche attraverso l’adozione ed il rispetto di uno specifico Codice deontologico;

•    Organizzare e tutelare gli interessi professionali della categoria;

•    Mantenere ed elevare le competenze e gli standard etici dei mentori;

•    Tutelare l’utenza attraverso una puntuale valutazione delle capacità professionali dei propri associati.

 

Attività istituzionali

•    Adottare un Regolamento interno che dettagli i requisiti necessari all’adesione all’Associazione e al mantenimento dello status di Socio;

•    Adottare un Codice deontologico che descriva i principi ai quali dovranno conformarsi gli associati nell’esercizio della professione di mentore;

•    Costituire e aggiornare con cadenza almeno annuale un Elenco dei mentori professionisti in possesso dei requisiti previsti dall’art. 6 dello Statuto e successive modifiche;

•    Promuovere l’aggiornamento professionale dei propri associati attraverso la frequenza di corsi, seminari, work-shop e simili iniziative per una durata di almeno 20 ore all’anno, con le modalità previste dal Regolamento interno;

•    Rilasciare ai propri Soci, previa iscrizione nell’apposito Elenco delle Associazioni professionali del Ministero dello Sviluppo Economico un’Attestazione, ai sensi degli artt. 7 e 8 della L. 14/01/2013 n° 4 e successive modifiche, relativa:

-     alla regolare iscrizione del professionista all’Associazione stessa;

-     ai requisiti necessari alla partecipazione all'Associazione stessa;

-     agli standard qualitativi e di qualificazione professionale che gli iscritti sono tenuti a rispettare nell'esercizio dell'attività professionale ai fini del mantenimento dell'iscrizione all'Associazione;

-     alle garanzie fornite dall'Associazione all'utente;

-     al possesso della polizza assicurativa per la responsabilità professionale stipulata dal professionista;

-     all’eventuale possesso da parte del professionista iscritto di una certificazione, rilasciata da un organismo accreditato, relativa alla conformità alla norma tecnica UNI.

 

Composizione degli organismi deliberativi e titolari delle cariche sociali:

Consiglio Direttivo:

- dott.ssa ROSSELLA PIN, Presidente;

- dott.ssa NICOLETTA ZANETTI, Vicepresidente;

- dott.ssa FRANCESCA CANCIAN, Consigliere.

Collegio dei Probiviri:

- dott.ssa JANE ELIZABETH HOATSON;

- dott. FABIO MILANI;

- dott. MATTEO PERCHIAZZI.

 

Struttura organizzativa dell’associazione:

Sedi regionali dell’associazione:

•    Sede secondaria Lombardia: via G. Leopardi n.17, 20856 Correzzana (MB). Coordinatrice: dott.ssa JANE ELIZABETH HOATSON

•    Sede secondaria Piemonte: via Lodi n.28, 10152 Torino. Coordinatrice: dott.ssa LARA STATHAM

 

Garanzie attivate a tutela degli utenti:

Chiunque ritenga che un Socio abbia agito in contrasto con il Codice deontologico dell’Associazione, può segnalare le presunte violazioni allo Sportello del consumatore tramite un apposito formulario elettronico predisposto presso il presente sito (https://www.assomentori.org/sportelloconsumatore). I reclami sono recepiti dal Presidente dell’Associazione che, ai sensi dell’art. 4 comma 3 del Codice deontologico, li trasmette tempestivamente al Collegio dei Probiviri che si pronuncia nel merito e prende ogni necessario provvedimento ai sensi dell’art. 18 comma 1 lett. d) dello Statuto.

© 2017 ASSOCIAZIONE MENTORI PROFESSIONISTI.

  • AssoMentori FB
  • AssoMentori LI